Munnar bis

Oggi non ero in gran forma, probabilmente per il clima freddo e umido, così ho deciso di fare un tour con guida invece del nostro indipendente.
La cosa bella di questo tour è stata vedere i turisti, per il resto niente di che. Non perché il posto sia brutto ma perché noi siamo abituati bene e soprattutto ci guardiamo attorno.
Il nostro giro sarebbe dovuto durare 7 ore ma, includendo la mezz'ora imbottigliati grazie al genio automobilistico indiano, l'abbiamo finito in 4 ore.
Prima tappa: foto alle piantagioni di tè. Centinaia di persone a farsi foto forse nell'unico posto dove le piantagioni si vedono male e sembrano dei normalissimi prati.
Cosa ha di speciale quel posto? Semplice, c'è parcheggio. Ma questi pirla di turisti non si sono guardati attorno? Da qualunque punto a Munnar e dintorni vedi degli scorci bellissimi ma non da quel posto che inoltre la mattina è in controluce.
Poi ho capito tutto: quando sei in riva al lago tra i boschi di sandalo e fai la foto davanti al pullman sporco e gibollato possono portarti anche alla discarica che a te va bene, l'importante è farsi il selfie! Infatti tutti i punti panoramici belli sono nascosti dalle bancarelle ma nessuno ci fa caso. Il top è stato al primo laghetto dove c'è ancora un angolino senza negozi per fare una foto con una vista accettabile, ma ci hanno messo il tiro a segno. Così chi cerca un pochino di panorama si fa la foto dietro ai bersagli mentre la gente spara con la carabina!
Tolti i punti non più panoramici rimaneva il giro sull'elefante (che non approviamo), il giro in pedalò sul laghetto (fattelo tu), la visita alla fabbrica del tè (già fatta in Sri Lanka con l'Edo solo per motivi didattici), il giro a cavallo per vedere le piantagioni (perché!?, siamo già in mezzo alle piantagioni!), e la visita, anche quella a pagamento, al giardino impolverato, scusate volevo dire fiorito, quando in ogni mercato vedi tanti di quei fiori puliti e sani da rimanere a bocca aperta.
Vai a capire questi indiani...
Alla fine, dopo quattro ore di gita, avevamo fatto UNA foto bella che metto come foto del giorno.
Anche questa foto ha una storia: visto che il nostro giro stava finendo un po' troppo presto l'autista ha allungato la strada e ci ha portato a vedere la nebbia in cima alle montagne dove si formano le nuvole tra le piantagioni. Erano tutti a fare foto dove c'era parcheggio, il solito posto senza senso e senza niente di bello da vedere (per forza, c'era la nebbia).
Conoscendo ormai le usanze locali siamo andati dietro le bancarelle dove buttano la spazzatura e abbiamo fatto lo scatto del giorno.
Finito il tour siamo saltati in moto e ci siamo fatti, in mezz'ora senza fretta, un giro bellissimo appena prima di Munnar dove, non essendoci spazio per mettere le bancarelle e parcheggiare i fuoristrada, non ci portano i turisti.
Uno spettacolo.


                    CONTINUA