Haridwar

Siamo ad Haridwar, la prima delle grandi città sacre sul Gange. Qui e un bel posto per venire a morire o a purificarsi. Purificarsi nel Gange sembra un'assurdità, dato che ormai è inquinato dalla sorgente, eppure nessuno si ammala lavandosi in questa fogna a cielo aperto. Domani puccio i piedi...

Il posto è storico, sacro e molto turistico. Bello, puzzolente e disordinato come piace a noi: vera India old style. Qui, ovviamente, vige il vegetarianesimo e gli animali ne sono felici come il topo che cammina sulle scatole del cibo da asporto al ristorante.

Ci fermiamo due notti in uno dei migliori hotel in riva al fiume con tanto di ascensore ex panoramico, dico ex perché i vetri sono ormai troppo sporchi per vedere qualcosa, nella super suite da 10 posti letto con balcone. La camera viene venduta su Agoda con 10 posti ma ha solo un letto matrimoniale e un divano letto: 10 posti indiani!

Dal nostro balcone vediamo dei pesci enormi saltare tra le rapide: sono probabilmente gunch himalayani, gli animali più sfigati del pianeta, anche più delle zebre.

È noto che morire sul Gange mette fine al ciclo delle reincarnazioni quindi se sei un pesce del Gange sei finalmente vicino al traguardo, ancora una morte ed è Nirvana.

Ma i pesci del Gange sono sacri e nessuno li pesca così devono morire di vecchiaia.

Avere un'ultima vita lunga e felice è il sogno di tutti, senza dubbio, ma il pesce di Haridwar passa la vita controcorrente! Il Gange ha una forza incredibile, qui dove è ancora piccolo è un fiume Po con le rapide. Rapide di giorno, rapidissime di notte quando riaprono la diga. Dato che il pesce ha una memoria breve non si ricorda che gli aprono la diga e ogni notte, quando crede di poter andare a dormire, viene spazzato via dalla corrente e deve tornare indietro a salti. Perché qui il fiume è incanalato e non ci sono anse tranquille dove riposarsi. La zebra appena nata ha 10 minuti di tempo per imparare a correre ma almeno lei ogni tanto si ferma, il pesce di Haridwar non ha un attimo di tregua in tutta la sua vita.

Foto del giorno: Lavori in corso.

Può sembrare una cappelletta, ma è un tempio bello alto che un giorno sarà in mezzo all'autostrada.





Commenti