L'enigma del tovagliolino di carta.

Non abbiamo ancora chiaro se si tratti di un intrigo internazionale, forse ci sono in mezzo anche i servizi segreti ma qui sta accadendo qualcosa di misterioso.
Un pomeriggio vediamo tutto il personale del resort raccolto attorno a un tavolo del ristorante sulla spiaggia pieno di pacchi di tovagliolini di carta. Spacchettavano i tovagliolini dal cellophane, li piegavano a triangolo e li mettevano dentro uno scatolone sporco appoggiato per terra. Finito il lavoro hanno tolto lo scatolone dalla sabbia per incastarlo tra il tronco di una palma e il banco del bar, un posto comunque insabbiato, e lasciarlo lì aperto in balìa degli elementi.

Su ogni tavolo c'erano i porta tovaglioli alcuni vuoti, altri con gli ultimi triangoli insabbiati e il primo pensiero è stato che avessero piegato i tovagliolini per riempirli, invece no.

Il giorno seguente tutti i porta tovaglioli erano vuoti tranne uno, quello sul primo tavolo all'ingresso del ristorante, forse lasciato come messaggio criptato.

Il giorno dopo ancora tutti i porta tovaglioli erano scomparsi tranne quello pieno che nel frattempo era stato spostato su un tavolo abbastanza nascosto. Chissà perché.. intanto lo scatolone sporco coi tovagliolini era sempre là, aperto e incastrato sotto la palma.

Poi è arrivato il week-end e il resort si è riempito, come anche il ristorante, ma dei tovagliolini non c'era traccia. Ad un certo punto anche l'ultimo porta tovaglioli era scomparso... mistero...

A cosa serviranno tutti quei tovagliolini lasciati alle intemperie? Forse per scrivere messaggi segreti? Magari vengono bruciati di notte per comunicare con le navi al largo, oppure i triangoli possono comporre messaggi visibili dal cielo per l'aviazione indiana.

Chi lo sa, intanto l'unico modo per pulirsi le dita dopo aver mangiato i calamari fritti è farsele leccare dal gatto.
Foto del giorno: soltanto una foto carina. Chissà cosa c'è nella borsa della donna in controluce, tovagliolini di carta?



                    CONTINUA


Commenti

Posta un commento