Tradizione "no food" rispettata.

Sto cercando di scrollarmi di dosso l'ultimo viaggio ma non è una cosa facile, nonostante tre docce e un bagno turco ho ancora il mascara-diesel sugli occhi e le sopracciglia affumicate. Pensavo di fare un ammollo in piscina ma l'acqua sembra messa peggio di me, forse qualcuno ha avuto la mia stessa idea e mi ha preceduto, devo vedere se ci sono altri motociclisti in hotel.
Oggi ci siamo fatti anche 90 minuti di massaggio alla spa, le massaggiatrici hanno sudato sette camicie per scioglierci i muscoli e adesso sono loro che hanno bisogno di 90 minuti di massaggio per riprendersi dalla fatica: ci passiamo le contratture come la Printz verde..
Comunque l'hotel mantiene le tradizioni e anche questa volta siamo riusciti a non mangiare al ristorante sulla spiaggia. Prima di affrontare il "no food restaurant" ci siamo informati bene e ci hanno confermato che servono cibo, non il menu completo ma solo snacks, così ci presentiamo alle 13.00 per una birra e degli snacks. Ci sediamo al tavolo apparecchiato, il cameriere ci porta il menu, chiediamo conferma sull'esistenza degli snack e ordiniamo una birra e delle frittelle vegetariane dal menu. Il cameriere fa un paio di telefonate, ci serve la birra e poi dice: "mi dispiace niente cibo, la cucina è chiusa" Ma come?! all'una?! allora perché ci ha dato il menu del cibo?! e perché ci ha assicurato di poter mangiare?!
... che domande... dopotutto è il famoso No Food Restaurant! Così, come vuole la tradizione del Blue Ocean resort, ci siamo dovuti bere la birrona da 66cl a stomaco vuoto sotto il sole delle 13.00 per poi rientrare in villa e ordinare le frittelle al room service.
Mi sbrigo a pubblicare il post prima che cali il sole e sparisca Internet, faccio la quarta doccia col sapone da bucato e poi proverò a mettere anche la foto del giorno.


                    CONTINUA

Commenti

Posta un commento