Due giorni con la emme maiuscola.

Stamattina presto siamo partiti verso Trang e per mezzogiorno siamo arrivati ad Ao Nang. Come è possibile puntare a sud e finire a nord? Semplice, cercavamo un gommista e ci hanno consigliato a nord. La gomma posteriore non ce la fa più, anche se per gli standard locali è praticamente nuova ha tre buchi così grossi che non si riescono a chiudere bene. Ad ogni sollecitazione della gomma, come  sui dossi, piegare in curva o solo l'asfalto rugoso, si stacca una delle tre pezze e la gomma si sgonfia.
Ma non dovrebbe essere difficile trovare una gomma per la Honda Rebel che è un modello prodotto esclusivamente per il mercato thailandese e ben venduta, invece no. Neanche i concessionari Honda sanno dove trovare una gomma.
Adesso ci dicono "forse a Phuket", ma 90 chilometri fa ci dicevano "forse all'incrocio", poi "forse fra 40 chilometri" e intanto siamo arrivati qui. Neanche il russo che ci ha rifilato questo pacco sa dove trovare una gomma e dice che sicuramente a Bangkok ci sono. 
Grazie al karma..
Così abbiamo concordato un cambio, non sappiamo ancora con cosa ma probabilmente sarà uno scooter. Il russo malefico, ma simpatico, ci trova qualcosa per domani mattina.
Così siamo ancora fermi.
Però non ci lamentiamo, almeno non ha piovuto mentre sfrecciavamo a 22 Km/h sulla superstrada in mezzo al nulla con la gomma a terra.
Questa è la conclusione di una duegiorni di M. Ieri stavo male e quando sto male non ragiono così ho dimenticato la carta di credito nel bancomat. Ovviamente me ne sono accorto solo oggi a 100 chilometri dalla banca e senza moto.
Nessun addebito imprevisto e carta bloccata, ne abbiamo un'altra che non si sa mai infatti questa è la volta che non si sa mai.
Così alla fine è comunque tutto a posto, abbiamo perso l'ennesima giornata ma sono cose già messe nel conto-imprevisti del viaggio.
Già che siamo fermi ci strafoghiamo di prelibatezze locali: oggi ci siamo annichiliti a colpi di verdure fritte e riso fritto in aglio e burro, stasera ci facciamo dare il colpo di grazia al ristorante indiano.

Foto del giorno: Il mare di Lanta.
Questa dovrebbe essere Khlong Khong. Qui il mare è così raro che quando lo trovi te lo fanno pagare come oro.

A proposito, a Khlong Jark, dove abbiamo fatto la cerimonia, il mare c'è.