La pacchia è finita

È arrivato il momento di tornare a Delhi.

Questa volta, oltre a quelle " del giorno", abbiamo fatto poche foto, significa che ormai possiamo dire di aver visto abbastanza India. Ci manca sempre l'estremo nord, magari un giorno avremo la possibilità di muoverci in estate e potremo andarci, Nepal compreso. L'India è immensa e ci sarebbe ancora tanto da vedere ma in questi anni ci siamo visti di tutto un po' e possiamo momentaneamente ritenerci soddisfatti. 

Alla fine anche questa volta ci siamo fatti i nostri 6500 chilometri e, tranne per un tratto di autostrada verso Agra, tutti su strade mai percorse. Anche quando siamo tornati in città già viste lo abbiamo fatto da direzioni diverse con posti nuovi da scoprire.

Parlavamo di questo con gli amici di Mumbai e abbiamo realizzato di aver girato più noi l'India in questi 3 viaggi di tutti loro messi assieme! Poi loro girano su Benelli supertecnologiche e noi su scassoni Enfield. 

A proposito di scassoni: Siamo riusciti a farci fare le saldature! Significa che oggi non è domenica. Il fabbro è un artista che costruisce a mano i cassoni per i camioncini con tanto di decorazioni floreali e tendine di catenelle, il tutto a bordo strada e senza macchinari. Dopotutto ce l'ha consigliato il fruttivendolo che è un esperto..

Anche oggi due foto del giorno: Pushkar secondo il resto del mondo e l'officina del fabbro.



Commenti