Holi bis

Che bella Mumbai nel giorno dei colori! La città è deserta e silenziosa, le strade sono piene di posti di blocco con etilometro già di prima mattina e, già di prima mattina, fermano i taxisti ubriachi. Si fanno battaglie a gavettoni colorati tra vicini di casa e al massimo ci sono "bande armate" agli incroci che aspettano i passanti e tirano acqua e colori senza però mettere a disagio i malcapitati.

Noi abbiamo approfittato dell'assenza di traffico per visitare le caverne e il parco nazionale in centro città, già, in mezzo a Mumbai c'è il parco con scimmie, cervi e leopardi. Siamo usciti di casa a metà mattina con il palazzo ancora sonnecchiante ma, quando siamo rientrati a metà pomeriggio, c'erano i custodi disperati che spazzavano gavettoni e lavavano via i colori da tutto il comprensorio. 

Mentre i più piccoli si colorano, i più grandi si ubriacano. In India manca la cultura del bere e quando la gente beve esagera.

Stasera siamo usciti a cena in taxi: l'autista dell'andata era un anziano che non corrispondeva alla foto della licenza e che probabilmente sostituiva il figlio sbronzo, si capiva anche dal fatto che non sapeva usare il GPS e neanche guidare particolarmente bene. Al ritorno è stato ancora meglio: l'autista era ubriaco al punto giusto, allegrissimo e simpatico, ha quasi stirato un motorino ma ci ha riportati a casa sani e salvi. Dovevamo fare solo 5 minuti di strada e ci siamo affidati a tutte le divinità locali.

Domani lasciamo Mumbai per tornare verso nord, tutte le località che ci interessano sono a 500 chilometri quindi faremo una prima tappa intermedia e poi decideremo la destinazione di dopodomani.

Foto del giorno: Holi Mumbai style.

C'è un tizio che russa e rantola in corridoio all'ottavo piano. Dorme da oggi pomeriggio e alle 11 di sera non sembra ancora riprendersi. Chissà chi è.. probabilmente neanche abita qui!


Commenti